Benvenuto nel Blog

Attraverso il Blog desideriamo condividere le notizie, i link, le ricerche nell’ambito delle Medicine non Convenzionali, e non solo, per favorirne una conoscenza sempre più approfondita.

La Medicina è una sola, come il malato è un’unità inscindibile di psiche e soma.

Avere la possibilità di attingere al vasto repertorio di terapie mediche, scegliendo in modo saggio e prudente tra le terapie convenzionali e non convenzionali secondo le necessità del caso, è una risorsa per il Medico a tutto beneficio del Paziente.

Avere conoscenza delle diverse opportunità terapeutiche disponibili aiuta il Paziente ad orientarsi e scegliere consapevolmente.

Non è importante solo una migliore conoscenza delle Terapie, ma abbiamo anche la necessità di comprendere come la nostra vita e il nostro benessere siano intimamente interconnessi:

    • con l’ambiente in cui viviamo, 
    • con la nostra storia personale, familiare e sociale
    • con il mondo interiore individuale, che è spirituale, psichico ed emozionale

 


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Generale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Benvenuto nel Blog

Costante incertezza

Costante incertezza (Unrelieved uncertainty), così titola l’ultimo editoriale del British Medical Journal.

La sola cosa certa riguardo alla medicina è la sua incertezza. I pazienti e i medici devono prendere decisioni basate sulle informazioni disponibili, che sono sempre incomplete, con valore diverso in base alle circostanze individuali, sorrette dalla probabilità, le scommesse migliori e i sentimenti “di pancia”, bilanciate da preferenze individuali e limitate dalle risorse disponibili. 
In qualche modo, qualche volta, vengono prese delle buone decisioni.

Con l’attento uso dell’evidenza e la diligente attività clinica possiamo ridurre l’incertezza, ma non la elimineremo mai completamente. 

L’editoriale prosegue ricordando la possibilità di consultare una serie di articoli “Uncertainty series” in cui sono esaminati vari argomenti di rilevanza clinica in medicina convenzionale, in cui mancano certezze o le precedenti certezze sono messe in dubbio da nuove evidenze.


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Generale, Medicina Interna | Contrassegnato | Lascia un commento

L’omeopatia è una terapia efficace

Dopo mesi in cui si è cercato di far apparire l’omeopatia una terapia inefficace, a metà luglio l’autorevole opinione di Farmindustria Tedesca si è espressa in senso decisamente favorevole.
Questo il link all’articolo.

 


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Omeopatia | Contrassegnato | Lascia un commento

Antibiotici antichi

Presentati alla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti i lavori del gruppo di studio denominato “Ancientbiotics” (antibiotici antichi).

Lo scopo del gruppo di ricerca è valutare l’efficacia delle medicine medievali nel trattamento delle infezioni moderne.
Nel 2015 è’ stato eseguito uno studio pilota su una ricetta medica vecchia di mille anni conosciuta come Bald’s Eyesalve, che si è rivelata essere un potente medicinale antistafilococcico.
Il preparato ha ripetutamente ucciso colture in vitro di stafilococchi aurei e in animali da esperimento ha curato ferite infettate con stafilococchi meticillina resistenti

Questi risultati, oltre a fornire potenziali nuovi strumenti ad azione antibiotica, stimolano anche a rivedere i concetti che abbiamo riguardo ai terapeuti medievali.
Per molto tempo il medioevo e la medicina medievale  è stata trascurata perché considerata irrilevante e intrisa di superstizione.
Tutti conosciamo il termine “secoli bui” che etichetta il periodo medievale come privo di luce della scienza e della ragione.
Ciononostante, studiosi più recenti hanno mostrato che i terapeuti medievali avevano una loro metodologia e ulteriori ricerche possono mostrarci che le loro medicine non erano solo placebo o palliativi, ma veri antibiotici utilizzati molto prima dell’avvento della moderna antibioticoterapia.

Il link del video


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Generale, Medicina Interna | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Più di un dubbio sullo studio australiano che afferma l’inefficacia dell’Omeopatia

Nel numero di Maggio 2017 di Simile, la newsletter della Facoltà di Omeopatia di Londra, Rachel Roberts amministratore delegato dell’Homeopathy Research Institute – HRI solleva diversi dubbi sulla attendibilità della valutazione che il dipartimento di ricerca australiano (National Health and Medical Research Council – NHMRC) ha effettuato sull’Omeopatia.

Nel 2015 il NHMRC concluse che non c’era evidenza per sostenere l’affermazione che l’omeopatia sia clinicamente efficace.

Vediamo alcuni particolari che Rachel Roberts evidenzia nella sua analisi critica del rapporto NHMRC:

  1. lo studio fu condotto dal NHMRC due volte. Sembra che le conclusioni del primo studio fossero più favorevoli per l’omeopatia, per cui il NHMRC lo rifiutò nonostante fosse stato eseguito da uno scienziato con ottima reputazione, autore delle linee guida del NHMRC su come effettuare le revisioni di studi scientifici. Il primo studio non fu mai presentato al pubblico e la sua esistenza venne alla luce solo in seguito ad una richiesta della Australian Homeopathic Association (AHA) grazie alla Libertà di Informazione.
  2. NHMRC sostiene che lo studio è basato sulla valutazione rigorosa di più di 1800 studi, mentre in realtà i risultati si basano solo su 176 studi.
  3. è criticabile anche il metodo con cui NHMRC ha deciso quali studi fossero da considerare affidabili. Tutti gli studi con meno di 150 partecipanti sono stati scartati. Con questo metodo arbitrario e mai utilizzato prima, 171 studi sono stati scartati, lasciando solo 5 studi che NHMRC ha considerato affidabili. L’aspetto imbarazzante per NHMRC è che, per altri argomenti, solitamente conducono revisioni scientifiche di studi che includono meno di 150 partecipanti.
  4. il professor Peter Brooks, capo del comitato NHMRC che ha condotto la revisione nel 2015, è anche criticabile perché ha omesso di dichiarare la sua appartenenza ad un gruppo lobbistico anti omeopatico, Friends of Science in Medicine. Non dichiarare qualsiasi potenziale conflitto di interessi è una seria contravvenzione alle linee guida del NHMRC.

Rachel Roberts, amministratore delegato di Homeopathy Research Institute, afferma che la revisione del NHMRC è un pessimo livello di revisione scientifica.

Anche altri esperti hanno criticato la revisione del NHMRC sull’omeopatia. L’Australasian Cochrane Centre ha commentato che le conclusioni del NHMRC non sembrano riflettere in modo accurato il materiale scientifico disponibile.


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Omeopatia | Contrassegnato , | Lascia un commento

Domande frequenti riguardanti l’Omeopatia

L’istituto per la Ricerca in Omeopatia (HRI) ha pubblicato alcune delle domande che più frequentemente sottolineano i dubbi riguardanti l’omeopatia.

Seguendo questo link troveremo le risposte che i ricercatori dell’HRI propongono.


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Omeopatia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Comunicato stampa FIAMO-SIMO-SIMA


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Omeopatia | Contrassegnato | Lascia un commento

Esperienze con i Fiori


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Floriterapia | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Alimentazione

Ho ricevuto segnalazione di due incontri sull’alimentazione, il primo già questa sera, e volentieri informo chi segue questo blog.

Domani sera:


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Alimentazione | Contrassegnato | Lascia un commento

La verità sull’Omeopatia

Il dottor Pindaro Mattoli ha scritto un breve saggio sull’Omeopatia in cui descrive le caratteristiche dell’approccio diagnostico-terapeutico e lo paragona all’approccio della Medicina convenzionale. Discute anche gli aspetti scientifici e l’ormai storico contenzioso contro l’Omeopatia.

Per esplicito desiderio del dr. Mattoli, il file allegato può essere distribuito liberamente oppure utilizzato anche solo in parte, citando la fonte.

La verità sull’Omeopatia


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Omeopatia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Essenze floreali per i bambini

3 ore di seminario per approfondire la conoscenza e l’uso delle essenze floreali per le necessità emozionali del bambino. Le paure, la rabbia, l’attaccamento affettivo, la socializzazione, il sonno, il linguaggio e altri argomenti che potranno emergere dalle domande dei partecipanti.

Obiettivo del corso è fornire ai genitori la capacità di osservare e riconoscere nei propri figli le dinamiche emozionali e saper dare loro un aiuto con l’uso delle essenze floreali.


Print pagePDF pageEmail page
Pubblicato in Floriterapia | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento