La meditazione fa bene alla salute, modificando l’espressione dei geni

Nella ricerca scientifica è sempre più evidente il beneficio di pratiche antiche, quali la meditazione, la preghiera, la ripetizione di un una parola o una frase, le tecniche di rilassamento o di equilibrio mente/corpo.

Il Dr. Herbert Benson, professore associato alla Harvard University, anni fa ha coniato il termine di relaxation response (risposta al rilassamento), come opposto della risposta allo stress.
Benson è autore di molte pubblicazioni scientifiche sull’argomento e di alcuni libri divulgativi. In italiano è stato pubblicato Rilassati e Guarirai, del quale potete leggere la prefazione seguendo il link.

Negli anni più recenti alcuni studi hanno mostrato la correlazione positiva tra diverse pratiche di rilassamento/meditazione e la modificazione dell’espressione genica.
Ad esempio, in situazioni di stress aumenta l’espressione dei geni che producono sostanze proinfiammatorie; nella risposta al rilassamento gli stessi geni vengono soppressi e aumenta l’attività di geni che hanno attività favorente il recupero dello stato di salute.
Lo studio di Bhasin et al. del 2013 illustra alcune di queste osservazioni sperimentali.

Un articolo pubblicato quest’anno riassume alcuni degli studi più significativi che mostrano come la mente modifichi i geni mediante la meditazione.
La traduzione italiana di questo articolo si trova nel numero 113 di Nexus, attualmente in edicola.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.