Ridurre in modo drastico il sodio nella dieta non è utile, anzi può essere dannoso.

A Radical Sodium Reduction Policy Is Not Supported by Randomized Controlled Trials or Observational Studies: Grading the Evidence.

Questo revisione della letteratura scientifica pubblicata quest’anno nell’American Journal of Hypertension arriva alle seguenti conclusioni:

  1.  non esistono studi randomizzati che studino gli effetti sulla salute di una dieta a basso contenuto di sodio
  2. non si evidenzia riduzione della mortalità per qualunque causa nei gruppi di obesi pre-ipertesi e negli ipertesi che seguono una dieta povera di sodio
  3. gli studi su individui in dieta episodic mostrano un minimo effetto di riduzione sulla pressione arteriosa (meno di 1 mmHg) e un significativo aumento della renina, dell’aldosterone, della noradrenaline, del colesterolo e dei trigliceridi
  4. studi osservazionali mostrano che diete povere o troppo ricche di sodio sono associate con un aumento di mortalità.

Lo studio conclude che, siccome il 90% della popolazione mondiale assume sodio in quantità ottimale, non ci sono evidenze scientifiche che suggeriscano di modificare l’introduzione di sodio nella dieta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.